MESSAGGIO COSSIGA: ''L'UMANITA'''
MESSAGGIO COSSIGA: ''L'UMANITA'''

ROMA, 27 GIU. (ADNKRONOS) - ''AL DI LA' DELLE POLEMICHE DI PARTE, SPESSO STRUMENTALI E DETTATE DA INTERESSI O PREOCCUPAZIONI CHE CON LE RIFORME NON HANNO NIENTE A CHE FARE, IL SIGNIFICATO PIU' PROFONDO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA STA NEL FATTO CHE VIENE RIAFFERMATA CON FORZA LA NECESSITA' DI PROCEDERE A REVISIONI DELLA COSTITUZIONE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE NELL'AMBITO DI QUANTO PREVISTO DALL'ART. 138''.

E' QUANTO SCRIVE IL QUOTIDIANO SOCIALDEMOCRATICO ''L'UMANITA''' SOTTOLINEANDO COME ''QUESTO CORRISPONDA ESATTAMENTE A QUANTO IL PSDI E' ANDATO SOSTENENDO FIN DAL PRIMO ACCENTUARSI DEL DIBATTITO SUI TEMI ISTITUZIONALI''. A GIUDIZIO DEI SOCIALDEMOCRATICI ''SULLE RIFORME DA FARE COSSIGA SI LIMITA AD UN ESAME DELLE SOLUZIONI POSSIBILI''. E A QUASTO PROPOSITO IL PSDI RIBADISCE ''LE TESI DI SEMPRE'': ''LA COSTITUZIONE - SCRIVE IL QUOTIDIANO SOCIALDEMOCRATICO - NON E' LA SOLA RESPONSABILE DELLE MOLTE DISFUNZIONI DEL NOSTRO PAESE. MOLTO E' ASCRIVERSI AI COMPORTAMENTI DELLA CLASSE POLITICA, PIU' INCLINE A PRIVILEGIARE GLI INTERESSI DI PARTE CHE QUELLI GENERALI DELLA NAZIONE''.

PER QUELLO CHE RIGUARDA INVECE I TEMI PRETTAMENTE ISTITUZIONALI IL PSDI SI DICE CONVINTO DELLA OPPORTUNITA' DI PROCEDERE ''CON GRADUALITA'''. SECONDO IL PSDI INFATTI ''NON SERVONO STRAPPI VIOLENTI O PERIODI COSTITUENTI, CHE FRA L'ALTRO MAL SI CONCILIEREBBERO CON LE TANTE COSE DA FARE IN VISTA ANCHE DEL 1 GENNAIO 1993, MA UNA GRADUALE E PROGRESSIVA AZIONE DI AMMODERNAMENTO DI ISTITUTI E PROCEDURE, ANCHE ELETTORALI, CHE HANNO CHIARAMENTE DIMOSTRATO DI NON ESSERE PIU' ADEGUATE AI TEMPI DI OGGI''.

(RED/GS/ADNKRONOS)