PREPENSIONAMENTI: CRONISTORIA (2)
PREPENSIONAMENTI: CRONISTORIA (2)

(ADNKRONOS) - Passano i giorni e le proteste continuano. Alcune arrivano, tra gli altri, al vicesegretario dc Silvio lega. considerandole ''motivate'', questi prende carta e penna e scrive una lettera aperta al ministro del lavoro Franco Marini. ''Mi risulta- scrive lega- che attraverso il tuo ministero si e' svolta una fase istruttoria seria e approfondita, conclusa con la sottoscrizione di verbali di accordo tra sindacati, imprese e ministro. Purtroppo tali indicazioni non sono state considerate dalla delibera cipe. Evidentemente in tale sede si sono scelti criteri diversi; percio' gli uni o gli altri non sono corrispondenti alle disposizioni di legge''. Di qui la richiesta, non gradita da marini, di chiarimenti.

La polemica sui prepensionamenti per il 1991 e' subito accompagnata da quelli sui pensionamenti anticipati per il '92. Il governo approva il decreto che fissa i tempi e le modalita' per l'assegnazione dei 25 mila prepensionamenti, previsti dalla finanziaria, per l'anno in corso. E, di nuovo, arriva un'altra brutta sorpresa: aumenta, infatti, dal 30 al 50 per cento, il contributo che le aziende devono versare.

Dagli imprenditori s'eleva un nuovo coro di proteste, che vedono aumentate le difficolta' per la soluzione della crisi occupazionale in cui versa l'industria.

(mcc/PE/ADNKRONOS)