VINO ADULTERATO: CONFAGRICOLTURA - DANNO INCALCOLABILE
VINO ADULTERATO: CONFAGRICOLTURA - DANNO INCALCOLABILE

Roma, 18 gen. (adnkronos) - ''e' incalcolabile il danno derivato dalla triste vicenda del vino adulterato, con il rischio che in poche ore si vanifichi il lavoro di anni, per recuperare credibilita' dopo lo scandalo del vino al metanolo''. questo il commento della confagricoltura, doppo la scoperta nel veneto di nuove sofisticazioni di prodotti vitivinicoli.

La confederazione, teme le conseguenze che potrebbero abbattersi sul settore vitivinicolo dal nuovo ''tentativo criminale'' di adulterare il vino scoperto nel veneto, che intacca inevitabilmente la fiducia del consumatore di fronte a questo prodotto troppo spesso facile vittima di ''spregiudicati sofisticatori''.

La confagricoltura invita dunque a non generalizzare e a diffidare dei vini che costano meno di 2000-2500 lire al litro perche' e' difficile che un'azienda possa produrre e vendere vino confezionato a cifre inferiori.

L'organizzazione degli imprenditori agricoli ricorda inoltre che le varie tipologie di vino rientrano in tre categorie: vini a denominazione d'origine controllata (doc), origine controllata e garantita (docg) e vini di qualita' prodotti in regioni determinate (vqprd). la legge infine, obbliga le aziende produttrici a far comparire sulle etichette la ragione sociale e la sede dell'azienda, nonche' dell'imbottiglatore se il confezionamento e' stato eseguito da terzi.

(red/gs/adnkronos)