VINO ADULTERATO: NON FA MALE ALLA SALUTE
VINO ADULTERATO: NON FA MALE ALLA SALUTE

roma, 18 gen. (adnkronos) - '' la sostanza contenuta nel vino adulterato non fa male alla salute'' a patto che non venga consumato in quantita' massicce. questo il risultato delle analisi compiute dal ministero dell'agricoltura sull'isotiocianato di metile, trovato recentemente in alcune partite di prodotto adulterate.

dai controlli effettuati - informa un comunicato del ministro dell'agricoltura - si e' capito che e ' stato utilizzato per stabilizzare ''vini comuni o di bassa quailita', con lo scopo di prevenire un 'azione fermentativa. inoltre, per ragioni tecniche, (l'effetto diminuisce nel tempo ed e' utilizzato nel vino sfuso) non e' possibile che sia stato esportato''.

il ministero precisa che la dose di tossicita' acuta, tale da provocare effetti letali e' pari, secondo la classificazione cee, a 175 milligrammi per chilogrammo di peso coroporeo.

per porre definitivamente rimedio all'illecita utilizzazione di questi antifermentativi, il ministro dell'agricoltura giovanni goria ha ordinato un'azione di controllo su tutto il territorio e ha deciso di affidare alle piu' alte istituzioni scientifiche del nostro paese, l'incarico di una specifica ricerca su nuovi antifermentativi.

''per avere effetto tossici sulla salute'' ha detto in un 'intervista al gr 2 goria ''occorrerebbe bere almeno 2000 litri di prodotto adulterato. cio' non toglie che queste siano cose da delinquenti e che vadano perseguite con la massima decisione possibile''.

(cre/pe/adnkronos)