GEORGIA: COMINCIA LA BATTAGLIA A KUTAISSI, FERITI
GEORGIA: COMINCIA LA BATTAGLIA A KUTAISSI, FERITI

Mosca, 18 gen -(adnkronos/dpa)- Una notte di scontri a Kutaissi, con un bilancio di ''molti feriti'' non meglio precisato dalla ''Tass'', ha dato il via alla seconda fase della guerra civile georgiana dopo che la prima si era conclusa con la fuga in Armenia del presidente ''dittatore'' Zviad Gamsakhurdia lo scorso 6 gennaio. La battaglia - secondo la versione del premier ad interim Tengis Sigua - e' scattata quando circa 3000 sostenitori di Gamsakhurdia hanno tentato di entrare a Kutaissi, a circa 180 chilometri ad ovest di Tblisi, dove le milizie di uno dei capi dell'opposizione, Jaba Josseliani, hanno preso posizione per fermare l'annunciata ''marcia di liberazione'' di Gamsakhurdia, arroccato invece a Zgdidi, a soli cento chilometri da Kutaissi, con i suoi ''partigiani''.

Secondo Sigua, un'unita' della guArdia nazionale aviotrasportata da Tblisi ha ''difeso'' il tentativo d'assalto dei fedeli di Gamsakhurdia, tornato clandestinamente in Georgia dopo dieci giorni di esilio per ''riprendersi il potere legittimamente conferitogli'' alle presidenziali dello scorso marzo. La lotta di potere si preannuncia aspra. Nazionalista convinto, Gamsakurdia ha scelto la Georgia occidentale, patria dei ''georgiani puri'', come base di partenza per la riconquista della ex repubblica sovietica. (segue).

(lar/AS/ADNKRONOS)