PIANETA TERRA: IL DIARIO DELLA SETTIMANA
PIANETA TERRA: IL DIARIO DELLA SETTIMANA

Roma, 18 gen. (adnkronos) - Cicloni tropicali: Festa grand eper i coccodrilli australiani, il giorno dopo il passaggio del ciclone mark. Decine di balene, arenatesi sulle coste paludose del Queensland in seguito alle forti mareggiate, hanno costituito il pasto principale di centinaia di coccodrilli e lo saranno per molti giorni ancora. Il ciclone, proseguendo verso sud, ha scatenato una serie di tempeste sulle coste neozelandesi. Il ciclone Axel si e' dissolto prima di raggiungere le Filippine, ma non prima di aver provocato forti mareggiate e piogge violente sulle isole Caroline.

Malaria in spostamento: Ondate di zanzare portatrici di malaria hanno raggiunto i confini tra Egitto e Sudan e minacciano la citta' di Assuan.. Le autorita' cittadine stanno prendendo tutte le misure necessarie per evitare un'invasione di insetti mortali. Unita' ''anti-zanzare'' navigano in continuazione lungo le rive del Nilo spargendo insetticidi dai traghetti e dai battelli per turisti. Gia' nel 1942 l'Egitto era stato ivnestito da un'epidemia di malaria che aveva lasciato dietro di se' 250 mila morti.

Tempeste di sabbia: Il violento Harmattan che continua a soffiare dal Sahara ha raggiunto l'isola di Sao Tome e Principe, ad oltre 1500 chilometri di distanza dai confini meridionali del deserto. La sabbia ha completamente bloccato l'attivita' dell'isola, costingendo le autorita' a chiudere l'aeroporto. Anche i pescatori sono rimasti in porto, dopo che tre di loro erano usciti in mare senza far ritorno. Il locale ministero dell'Agricoltura ha dichiarato lo stato di calamita' naturale e si teme che lo strato di sabbia possa danneggiare gravemente i prossimi raccolti. La scorsa settimana lo stesso Harmattan aveva provocato temperature quasi polari in Nigeria. (segue)

(ata/gs/adnkronos)