COSSIGA: ''GIALLO'' NEL PSDI PER UN COMUNICATO
COSSIGA: ''GIALLO'' NEL PSDI PER UN COMUNICATO

ROMA, 23 GEN. (ADNKRONOS) - ORE 13, IN SALA STAMPA A MONTECITORIO ARRIVA UN COMUNICATO DEI GIOVANI SOCIALDEMOCRATICI DAI TONI PESANTISSIMI NEI CONFRONTI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL QUALE SI CHIEDONO LE DIMISSIONI. ED E' SUBITO UN ''GIALLO''. ALL'UFFICIO STAMPA DEL PSDI NESSUNO SA NULLA DEL COMUNICATO E IL SEGRETARIO DEL PARTITO, ANTONIO CARIGLIA, E' AL SENATO PER VOTARE IL DECRETO SULLE PRIVATIZZAZIONI.

CADE DALLE NUVOLE ANCHE IL SEGRETARIO NAZIONALE DEI GIOVANI SOCIALDEMOCRATICI, GIOVANNI BERNINI. POI ''VOLA'' A PALAZZO MADAMA, CONVOCATO D'URGENZA DA CARIGLIA, FURIOSO E SORPRESO. AL SEGRETARIO BERNINI SPIEGA CHE E' STATO ''UNO DI ROMA'' DEL MOVIMENTO GIOVANILE DEL PSDI A SCRIVERE E INVIARE IL COMUNICATO, E CHE HA FATTO TUTTO DA SOLO, ALL'INSAPUTA DI TUTTI.

BERNINI SI SCUSA CON CARIGLIA, A NOME DEI GIOVANI SOCIALDEMOCRATICI, E ''RITIRA'' IL COMUNICATO, COME SE NON FOSSE MAI STATO SCRITTO. ''E' UN PAZZO'', ESCLAMA CARIGLIA, ANNUNCIANDO ''SEVERI PROVVEDIMENTI'' PER IL ''COMUNICATORE SOLITARIO''. DEL RESTO, COMMENTA IL SEGRETARIO CON UN REDATTORE DELL'ADNKRONOS, IL COMUNICATO NON POTEVA ESSERE CREDIBILE: ''LA NOSTRA POSIZIONE NEI CONFRONTI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E' ARCINOTA E NOI NON CAMBIAMO CERTO OPINIONE DA UN GIORNO ALL'ALTRO''.

(FER/GS/ADNKRONOS)