COSSIGA: LA LETTERA A ''IL POPOLO''
COSSIGA: LA LETTERA A ''IL POPOLO''

roma, 23 gen. (adnkronos) - ''io non faccio piu' parte della dc, non faro' assolutamente piu' parte della sua organizzazione, ne' del suo gruppo al senato, perche' non la comprendo piu' e perche' ne sono stato non tanto piu' silenziosamente espulso''. questo uno dei passi piu' significativi della lettera aperta che il presidente della repubblica, francesco cossiga, ha scritto oggi a sandro fontana, direttore del quotidiano della dc, ''il popolo''.

in un altro passo della lettera, lunga 15 cartelle, cossiga rivela un episodio inedito: ''ben conoscendo la dc, e comprendendo come il mio spirito libero ed indipendente, laico e riformatore, mi avrebbe portato in collisione con certo modo di fare politica di una parte dei dirigenti della dc, offrii tre volte ai dirigenti di codesto partito le mie dimissioni da presidente della repubblica: e tre volte fui scongiurato di non farlo! alcuni di essi per ben tre volte mi chiesero di non dichiarare che non mi sarei ricandidato, anzi, mi prospettarono la ricandidatura: e tre volte per realismo politico, coerenza morale e scelta personale, tutto cio' io rifiutai!''. (segue)

(red/BB/ADNKRONOS)