COSSIGA-DE BENEDETTI: LEGA DEI GIORNALISTI
COSSIGA-DE BENEDETTI: LEGA DEI GIORNALISTI

Roma, 7 Feb. (Adnkronos) - ''In nessun paese democratico il Presidente della Repubblica si sogna di premere su un editore affinche' venda i suoi giornali. Tutto cio' puo' acCadere solo nell'Italia di questo periodo dove pare accantonato, con le regole del civile confronto politico, anche il rispetto dell'indipendenza dell'informazione. E' quanto afferma un comunciato della lega dei giornalisti. Il movimento denuncia inoltre il rischio ''sempre piu' forte, che si condizioni la sopravvivenza dei mezzi di informazione all'accettazione di una linea politica di pura ufficialita' o, peggio, ispirata a interessi di parte''.

''Un rischio tanto piu' pesante se si considera la difficolta' degli editori ad opporsi, oltre a un certo limite, alle pressioni del potere, ovunque sia esercitato''.

La lega si chiede infine ''sino a quando il sindacato dei giornalisti assistera' con raSsegnazione alla crisi dell'informazione, invece di procedere a interventi concreti ed efficaci che dimostrino, se c'e', la reale unita' della categoria''.

(red/ZN/adnkronos)