DC-PSI: FORMICA ''SEGNI CI FA UN FAVORE''
DC-PSI: FORMICA ''SEGNI CI FA UN FAVORE''

Roma, 7 feb. (Adnkronos) - ''Mario Segni e' un misto di sprovvedutezza e di avventatezza. mi sembra un po' ingenuo, quasi un pulcino''. Il socialista Rino Formica, ministro delle finanze, e' convinto che il fuoco di sbarramento, alzato dal leader referendario, contro Bettino Craxi finisca per avvantaggiare il psi. ''Segni -afferma formica in una intervista a Panorama- non ha fatto tesoro delle sconfitte del Ciriaco De Mita prima maniera: quello che nel 1983 voleva combattere Craxi in nome del neo centrismo; e che poi gli ha dovuto consegnare palazzo chigi''.

Segni -aggiunge ancora Formica- anticipa solo che il psi ha la leadership del riformismo; che dc e psi sono destinati a confliggere, e dunque meglio aggredire Craxi anche tentando di utilizzare l'irritazione comunista contro di noi. Paradossalmente le sue posizioni non contrastano il psi''.

Secondo Formica il ritorno di Craxi a Palazzo Chigi non e' mai stato scontato ''io non ho mai pensato a patti automatici, ad adempimenti di desiderio o previsioni. C'e' una campagna eletoteale che arriva dopo la morte del comunismo, e che mette a nudo l'arcaicita' di questo sistema politico''. La differenza dei socialisti, rispetto agli altri partiti, e' che loro sono disposti ''a mettere in discussione le proprie comodita'. Gli altri fanno resistenza''.

Il ministro delle finanze comunque e' convinto che Craxi dovrebbe alla fine ottenere la presidenza del consiglio perche' questa tocchera' ''alla forza con maggiore capcita' di aggregazione dopo il voto. esiste una sola certezza: nessuno prendera' il 51 per cento''.

(sat/as/adnkronos)