DISPERSI IN RUSSIA: ALTRA LETTERA DI TOGLIATTI (2)
DISPERSI IN RUSSIA: ALTRA LETTERA DI TOGLIATTI (2)

(ADNKRONOS) - ''Credo -proseguiva Togliatti- che questa opinione sia la sola giusta e ad essa mi attengo. So pero' che la questione dei prigionieri e dei dispersi da' luogo a una vergognosa campagna di menzogne, di calunnie contro l'Unione Sovietica, ecc. Dico che questa campagna e' vergognosa perche', almeno per quanto riguarda i dirigenti del governo italiano, costoro sanno benissimo che a nessuno si puo' fare colpa, se non al governo fascista, del modo come sono andate le cose''.

''Nonostante questo -concludeva Togliatti- essi speculano sul sentimento e sugli affetti nobilissimi di coloro che hanno perduto in Russia i loro cari, allo scopo di rinfocolare l'odio tra i popoli, di seminare discordia nel Paese e persino -e' il colmo della vergogna- per racimolare voti nelle elezioni. Mi rincresce che Ella non capisca queste cose. Cordialmente. Palmiro Togliatti''.

(Rao/Pan/adnkronos)