GOVERNO: GRANELLI (DC) - ''INACCETTABILE IL TONO DI CRAXI''
GOVERNO: GRANELLI (DC) - ''INACCETTABILE IL TONO DI CRAXI''

MILANO, 7 FEB. -(ADNKRONOS)- ''CI SONO INDICAZIONI SERIE, IN PARTE CONDIVISIBILI, NELL'INTERVISTA DI CRAXI AL ''CORRIERE DELLA SERA'' E NEL SUO DISCORSO DI MILANO''. E' QUANTO AFFERMATO OGGI A MONZA AD UN INCONTRO DELLA DC, DAL SENATORE LUIGI GRANELLI, DELLA DIREZIONE DC. SECONDO GRANELLI ''NESSUN POSSIBILE ALLEATO DI DOMANI PUO' ACCETTARE IL TONO E IL RUOLO DA CAPO DEL GOVERNO CHE IL LEADER SOCIALISTA HA ASSUNTO, PRESCINDENDO DAI RISULTATI ELETTORALI, QUASI PER EVITARE UN CONFRONTO IMPEGNATIVO SUI PROBLEMI POLITICI E PROGRAMMATICI CHE SARANNO ALLA BASE DELLE NECESSARIE ALLEANZE DELLA PROSSIMA LEGISLATURA''.

''NON BASTA DIRE CHE IN PRATICA C'E' UN SOLO CANDIDATO A PALAZZO CHISI - HA AGGIUNTO GRANELLI - O CHE, AL CONTRARIO, NON POSSONO ESISTERE PATTI RISERVATI O PALESI CON LA DC, PRIMA DEL VOTO PER UNA CANDIDATURA CHE SEMBRA PIU' UN AZZARDO DELL'INTERESSATO CHE IL FRUTTO DI UN ACCORDO. LA DC NON PUO' CHE DIRE CON CHIAREZZA AGLI ELETTORI CHE IN DEMOCRAZIA E' IL PARTITO DI MAGGIORANZA RELATIVA CHE SI ASSUME, CON IL SUO LEADER O CON UNA PERSONALITA' IN GRADO DI DAR VITA AD UNA COALIZIONE, IL COMPITO DI VARARE UN GOVERNO COERENTE CON I RISULTATI DEL VOTO.

''POSSONO ESSERVI, COME VI SONO STATE, ECCEZIONI - HA AMMESSO L'ESPONENTE DC - MA NESSUNO E' NELLE CONDIZIONI DI PREVEDERLE E VANNO IN OGNI CASO MESSI IN PRIMO PIANO I PROGRAMMI, LE COSE DA FARE, COME FATTORI IRRINUNCIABILI DI EFFICACI INTESE POLITICO-PARLAMENTARI''. (SEGUE)

(COM/LR/ADNKRONOS)