SANITA': SIGNORELLI (MSI-DN) - CHIEDE DIMISSIONI DE LORENZO
SANITA': SIGNORELLI (MSI-DN) - CHIEDE DIMISSIONI DE LORENZO

Roma, 7 Feb. -(Adnkronos)- Sui recenti episodi verificatisi negli ospedali di Padova, dove un chirurgo ha sbagliato l'intervento rendendo cieco il paziente, e di Roma, dove un medico si sarebbe rifiutato di prestare soccorso ad un giovane tossicodipendente che poi e' morto, hanno riproposto il problema dell'assistenza sanitaria e il senatore del Msi Ferdinando Signorelli, membro della commissione sanita' di Palazzo Madama ha dichiarato che ''di assistenza sanitaria si continua a morire come dimostrano i recenti, dolorosi e tragici casi di Roma e Padova che si aggiungono a quelli di Napoli verificatisi qualche giorno fa''.

Secondo Signorelli i medici sono certo colpevoli ''di scarsa professionalita', di mancanza di solidarieta', di abbandono dei posti di lavoro e debbono essere perseguiti civilmente e penalmente''. Come medico -dice Signorelli- auspica che simili comportamenti siano puniti, osserva tuttavia che e' necessario riflettere ''in quale situazione di degrado, i medici, i paramedici, il personale sanitario deve operare. Le strutture sanitarie sono obsolete, insufficienti, precarie sotto ogni profilo ed ogni settore''.

A parere di Signorelli infine ''le usl hanno notevolmente peggiorato la situazione, dato che hanno ingoiato e continuano ad ingoiare migliaia di miliardi per appagare le aspirazioni e le clientele dei politici di regime. Il governo, inoltre, non e' stato neppure capace di portare a termine la riforma sanitaria. Di fronte a questo sfascio -conclude- il ministro della sanita' Francesco De Lorenzo continua a rimanere impavido al suo posto mentre dovrebbe sentire l'obbligo morale di andarsene.

(Gsm/Pan/adnkronos)