TOGLIATTI: BOTTA E RISPOSTA (2)
TOGLIATTI: BOTTA E RISPOSTA (2)

(ADNKRONOS) - ''Chi crede nell'unita' socialista come me - prosegue l'onorevole socialista - puo' porre questioni con rispetto e con moderazione. Ma non puo' evitare di porle. Anzi, se qualche anno fa, anziche' maltrattare 'Ugo Palmiro' (ugo intini come lo ha definito cuore, ndr) si fossero affrontate le questioni con coraggio e a viso aperto, molti non si troverebbero oggi nella condizione di dover trasalire a ogni fruscio di incartamenti provenienti dal pozzo degli orrori, e cioe' dall'archivio di Mosca''.

Un pozzo che si e' scoperchiato non per oscuri complotti pre-elettorali, ma perche' l'onda d'urto della caduta del comunismo si e' prodotta -non certo per volonta' nostra- nell'agosto scorso. Ne' prima, ne' dopo. Liberando turbini e carte che -conclude Intini- inevitabilmente stanno avvolgendo tutti i ritratti degli stalinisti, nell'ex Urss, come in Europa compresi quelli che il Pds non ha avuto il tempo, la capacita' o la volonta' di rimuovere''.

(Gug/as/Adnkronos)