TOGLIATTI: BOTTA E RISPOSTA INTINI-SALVADORI SU ''L'UNITA'''
TOGLIATTI: BOTTA E RISPOSTA INTINI-SALVADORI SU ''L'UNITA'''

Roma, 10 Feb. (Adnkronos) - In un articolo scritto per ''L'Unita''' l'on. Intini torna sul caso Togliatti osservando che ''Se si fosse cancellata l'eredita' di Togliatti allora, il successivo crollo del comunismo nella sua capitale, a Mosca, l'apertura degli archivi, non avrebbero posto il piu' avanzato partito ex comunista nella paradossale situazione di restare l'unico a doverne temere le conseguenze. Ma adesso i conti con la storia vanno fatti. E non si possono piu' mettere in sordina le abissali differenze di giudizio che tutti registrano. Esse infatti riguardano non particolari marginali, ma la radice, l'identita', la natura stessa di una formazione politica che si dichiara radicalmente nuova''.

''Tra i dirigenti politici del Pds al massimo livello - dice Intini - c'e' chi condanna il cinismo di Togliatti e chi vuole tenerne appeso il ritratto nel proprio studio.

''E' inutile gridare alla congiura -prosegue Intini- chiedere che ci si misuri solo sui programmi e sui problemi dell'oggi. Persino gli ex comunisti russi non hanno risposto in questo modo a chi domandava di chiudere i conti con la storia dello stalinismo e del brezhnevismo. Non si puo' reggre la paradossale contraddizione di dichiararsi un partito nuovo e di conservare le sezioni intitolate a uno tra i piu' autorevoli collaboratori e complici di Stalin. (segue)

(Gug/as/Adnkronos)