CENTESIMUS ANNUS: PININFARINA SI CONFESSA, ANDREOTTI LO ASSOLVE
CENTESIMUS ANNUS: PININFARINA SI CONFESSA, ANDREOTTI LO ASSOLVE

MILANO, 18 FEB. -(ADNKRONOS)- IL PRESIDENTE DELLA CONFINDUSTRIA, SERGIO PININFARINA, HA SCELTO L'OCCASIONE OFFERTAGLI IERI DALL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA PRODUZIONE PER MANIFESTARE UFFICIALMENTE, DI FRONTE A UN CENTINAIO DI INDUSTRIALI, (TESTIMONI ECCELLENTI IL SEGRETARIO GENERALE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, DIONIGI TETTAMANZI, E IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, GIULIO ANDREOTTI), IL SUO PENTIMENTO PER I COMMENTI A CALDO RILASCIATI A SUO TEMPO SULL'ENCICLICA ''CENTESIMUS ANNUS''.

''MI CHIESERO UN COMMENTO A CALDO, AL TERMINE DI UNA FATICOSA GIORNATA DI INCONTRI SINDACALI - HA RACCONTATO NELLA TARDA SERATA DI IERI PININFARINA - NON AVEVO LETTO IL TESTO, CHE NON ERA STATO ANCORA DIFFUSO, MA SOLO ALCUNE COMMENTI SUI QUOTIDIANI, PRESI VELOCISSIMO LA DECISIONE DI RISPONDERE LO STESSO, AFFERMANDO CHE NON POTEVO ACCETTARE VI FOSSERO ACCOSTATI NELLA CRITICA COMUNISMO E CAPITALISMO. SUCCESSIVAMENTE PROVAI A CORREGGERMI MA ANDO' SEMPRE PEGGIO E SONO LIETO DI AVERE QUESTA SERA L'OCCASIONE DI RIAFFRONTARE L'ARGOMENTO''. (SEGUE)

(CAR/LR/ADNKRONOS)