AUSTRALIA: PIU' ABORIGENI NELLE CARCERI
AUSTRALIA: PIU' ABORIGENI NELLE CARCERI

Canberra, 18 feb. (adnkronos/dpa)- E' salito in maniera allarmante il numero degli aborigeni rinchiusi nelle carceri australiane. Secondo uno studio pubblicato da un istituto di criminologia di Sydney, dal gennaio 1987 al gennaio 1991, i nativi in custodia sarebbero aumentati del 25 per cento. Il tasso piu' alto e' stato registrato nel Nuovo Galles del Sud, dove l'incremento e' stato pari, in questi ultimi quattro anni, all'80 per cento. Segue lo stato di Victoria, col 75 per cento. Al terzo posto la Tasmania con il 43 per cento, al quarto l'Australia Occidentale con il 24 per cento, al quinto l'Australia Meridionale con il due per cento. Uniche eccezioni i Territori del Nord e il Queensland, dove si segnala invece una leggera flessione.

Un notevole aumento della popolazione carceraria aborigena si e' avuto anche al femminile. La percentuale delle donne indigene in prigione e' aumentata del 63 per cento, passando dal 78 per cento del 1987 al 127 per cento attuale. Il rapporto ha gia' mobilitato una vasta fascia dell'opinione pubblica australiana, organizzazioni per la difesa dei diritti civili e lo stesso ministero per gli affari aborigeni.

(iac/gs/adnkronos)