ISLAM: PAKISTAN (2) - LA QUESTIONE DELL'USURA
ISLAM: PAKISTAN (2) - LA QUESTIONE DELL'USURA

(adnkronos) - La questione riveste una natura solo in apparenza economica: la Sezione d'Appello Islamica della Corte Suprema di Islamabad dovra' decidere sul ricorso presentato dalla ''Muslim Commerce Bank'' contro la sentenza con la quale la Corte Federale della ''Sharia'' (Fsc) ha giudicato ''ripugnante ai precetti dell'Islam'' la ''riba'' (''interesse'' o ''usura'').

La sentenza impone al governo dell'Alleanza Democratica Islamica (Iji) del premier Nawaz Sharif di abolire gli interessi bancari entro il prossimo 30 giugno, un provvedimento che farebbe saltare i pilastri fondamentali del sistema economico-finanziario di un paese la cui economia ha registrato nel 1991 una crescita del sei per cento di un Prodotto Nazionale Lordo il cui 38 per cento viene devoluto alle spese militari.

A favore della sentenza dell'Fsc - corte creata nel 1980 dallo scomparso dittatore Zia Ul Haq (1977-90) - e' schierato in forza il ''Jamaat-e-Islami'' di Qazi Hussein Ahmed, partito che non ha mai ottenuto piu' del cinque per cento dei voti ma che vanta i consensi di gran parte degli ufficiali intermedi delle Forze Armate nonostante gli sforzi di deislamizzazione e depoliticizzazione dei militari intrapresi dal capo di Stato Maggiore dell'esercito, il generale Asif Nawaz, succeduto l'anno scorso al generale islamico Aslam Beg. (segue)

(lun/pe/adnkronos)