M.O.: UN ALTRO (2) - CONTINUI COMBATTIMENTI
M.O.: UN ALTRO (2) - CONTINUI COMBATTIMENTI

(adnkronos/dpa)- Si intensificano i ''bollettini di guerra'' in arrivo dal Libano Meridionale e dalle regioni settentrionali israeliane, bersagliate sino a mezzogiorno, secondo le ultimissime notizie in arrivo, da oltre 65 katyuscia. Intensa la controffensiva di Tel Aviv, che ha ''scaricato'' sul Libano meridionale almeno 120 proietti. Non ci sono ancora notizie di vittime. Fonti militari di Beirut hanno intanto confermato che, dopo il monito di Tel Aviv, secondo cui ''il Libano verra' ritenuto responsabile per il mancato mantenimento di pace nella regione'', l'esercito regolare libanese ha rafforzato ulteriormente la sua presenza intorno alla fascia di sicurezza controllata dalle truppe israeliane e filoisraeliane dell'Esercito del Libano del Sud (Sla).

Il timore e' infatti quello di un'invasione israeliana nel territorio libanese, per spingere gli Hezbollah a nord del Libano. ''La situazione appare del tutto simile a quella del 1982, quando le truppe israeliane invasero il Libano'' ha dichiarato Mohammed Hourani, residente a Nabatieh, ricordando che anche allora il pretesto all'invasione furono ''attacchi sciiti contro lo stato ebraico''.

Intanto a Baalbeck, 83 chilometri ad est di Beirut, decine di migliaia di libanesi hanno circondato la moschea della cittadina per l'ultimo saluto a Mussawi, che verra' seppellito con la famiglia prima del tramonto.

(lar/PE/ADNKRONOS)