BEGIN: IN CONDIZIONI CRITICHE
BEGIN: IN CONDIZIONI CRITICHE

Tel Aviv, 6 mar - (adnkronos/dpa) - Sono peggiorate le condizioni di Menachem Begin, l'ex primo ministro israeliano premio Nobel per la pace, che vengono definite ''critiche e instabili''. Il peggioramento e' avvenuto dopo un'operazione di emergenza, effettuata la notte scorsa, per installare nel paziente un pacemaker. subito dopo l'intervento i medici si erano detti conbvinti che il battito cardiaco fosse ormai stabilizzato, ma non avevnao sciolto la prognosi e Begin era considerato ancora in pericolo.

Secondo i medici, la notte fra venerdi' e sabato sara' decisiva e per questo hanno convocato i famigliari al capezzale dell'infermo per quelle che potrebbero essere le ultime ore di Menachem begin. L'ex premier, 78 anni, era stato ricoverato all'Ichilov Medical Centre martedi' mattina dopo essere stato colpito da un gravissimo infarto che, interrompendo l'afflusso di sangue al cervello, lo aveva anche lasciato paralizzato nella parte sinistra del corpo. Da martedi' e' anche sostenuto con la respirazione artificiale.

Begin provoco' una vera e propria rivoluzione politica in Israele e in Medio Oriente subito dopo la sua nomina a primo ministro preparando in gran segreto la pace con l'Egitto di Anwar Sadat. Suggellata da una storica visita a Gerusalemme di Sadat nel novembre del 1977, l'iniziativa porto' ai negoziati di Camp David e ai successivi accordi del 1979 - i primi del genere fra Israele e uno stato arabo - che valsero a Begin e Sadat il premio Nobel per la pace.

(cab/zn/adnkronos)