CASO BENE: COMMENTI - PER DALL'OLIO INQUALIFICABILE
CASO BENE: COMMENTI - PER DALL'OLIO INQUALIFICABILE

roma 6 mar.(adnkronos)- un ''mostro'' o un ''artista'' giustificato dal famoso binomio genio-sregolatezza? sul caso di carmelo bene, apodittico attore e regista che ora ha chiesto la separazione legale dalla giovane moglie ventisettenne raffaella baracchi dopo un violento litigio che e' finito per lui al commissariato , per lei in clinica e per entrambi in tribunale, si dividono i commenti e le reazioni del mondo della cultura e dello spettacolo.

decisamente 'colpevolista'' il commento di anselma dall'olio ferrara, per la quale ''si tratta di un caso emblematico della situazione femminile in italia. si parla di uno che nonostante picchi la moglie continua ad essere considerato un grande genio. anche dalla stampa e' stato dato piu' peso al fatto che bene abbia pronunciato (di fronte ai carabinieri, ndr) la fatidica frase ''non sa chi sono io'', piu' che alle percosse alla moglie, per giunta incinta.

''mi sembra fenomenale la data in cui e' accaduto il fatto, cioe' tre giorni prima dell' otto marzo. ogni commento e' superfluo. e' un comportamento inqualficabile da parte di una persona altrettanto inqualficabile. il fatto di dire che fa parte della sua genialita' commenta da solo il maschilismo della nostra societa'. se veramente divorzieranno, per lei sara' sicuramente una grazia. e poi, mi auguro effettivamente che il figlio non sia di carmelo bene. accade anche all'estero, in tutte le fasce sociali, cambiano solo i modi, ma in fondo lo sport nazionale e' quello di sfogarsi sulle donne, secondo il vecchio proverbio cinese che recita '' quando torni a casa picchia tua molgie, tu non lo sai il motivo, ma lei si'''.(segue)

(RED/as/adnkronos)