CASO BENE: COMMENTI (2) - MARZOTTO, BETTI, COSTANZO
CASO BENE: COMMENTI (2) - MARZOTTO, BETTI, COSTANZO

(ADNKRONOS) - chi considera invece carmelo bene un ''idolo'' al quale tutto si puo' in fondo perdonare e' marta marzotto. ''dietro questo episodio possono nascondersi gelosie, data la grande differenza di eta'. ma e' un genio -aggiunge la contessa- dunque legato a doppio filo alla sregolatezza, ma questo la moglie lo sapeva. e' capace di grandi atti di generosita', non e' assolutamente gretto e meschino. sull'episodio, non ne so abbastanza per poterlo commentare. comunque in italia le donne sono o puttane o madonne e se sei incinta sei sicuramente santa''.

''l'unico errore che ha fatto -continua marta marzotto- e' quello di aver sposato la giovane. se avesse voltuo aiutarla poteva farlo riconoscendo anche un figlio non suo, ma senza arrivare a tanto''.

altra estimatrice dell' istrionico artista e' laura betti, che preferice ''elogiare'' il personaggio piuttosto che commentare ''fatti privati''. secondo laura betti infatti carmelo bene, uomo molto amato '' e' rimasto un genio, anche con un po' di follia. l'unico genio tra tanti 'ragionieri' che fanno teatro. per quanto riguarda i rapporti di coppia -prosegue l' attrice- sono un mondo troppo comlesso , un fatto privato che preferisco che tale rimanga''. per maurizio costanzo che da molto tempo conosce l'attore e regista (''l'ho ospitato nelle mie trasmissioni'') carmelo bene ''non ha mai saputo individuare il confine che separa la fiction dalla realta'. e' un uomo -aggiunge costanzo- che confonde continuamente il palcoscenico del teatro con quello della vita''.

(red/AS/ADNKRONOS)