ELEZIONI: CRAXI (3)
ELEZIONI: CRAXI (3)

(adnkronos) - Per craxi in Italia ''la cosa piu' curiosa e' che c'e' un certo numero di partiti che chiede i voti non per governare e per tentare di risolvere i problemi, ma per protestare e rimanere per definizione all'opposizione. ''Quanto alle polemiche con il Pds Craxi rileva di averne viste di peggio. ''Non ho ancora trovato la mia effige appesa alla lanterna, come mi e' capitato altre volte. Gli ex comunisti si scagliano polemicamente contro di noi, mentre nel frattempo tutta una seria di formazione minori pescano a man bassa nel loro elettorato. Noi, per parte nostra, non siamo interessati ai toni roventi. La nostra posizione si e' consolidata in questi anni e penso che uscira' rafforzata anche da questa prova elettorale''.

Per Craxi ''e' stato un errore il rifiuto opposto alla nostra insistenza perche' si creasse almeno una cornice di unita' socialista ed oggi e' naturale che almeno una parte di elettori ex comunisti, poco convinti dell'identita' e della linea di marcia della 'cosa', si orienti verso le liste socialiste. Anche il movimento comunista italiano, ed il suo partito, sono stati investiti da una crisi di fondo che ha portato a rimettere in discussione tutto. e questa non e' che una delle naturali conseguenze di questa crisi. Invece di prendersela con noi, farebbero assai meglio a guardare lontano cambiando uno stile di aggressivita' che ricorda troppo il passato''. (segue)

(gug/zn/adnkronos)