GIORNALISTI: FNSI - DOMANI ''GIORNATA DEL SILENZIO''
GIORNALISTI: FNSI - DOMANI ''GIORNATA DEL SILENZIO''

Roma, 6 mar -(adnkronos)- Una protesta in positivo, cosi' il segretario nazionale della Fnsi, Giorgio Santerini, ha tenuto a definire ''la giornata del silenzio'', che portera' domani, sette marzo al black out della carta stampata (i giornali non andranno in edicola domenica) e lunedi' nove marzo, a quello delle radio e televisioni. ''Le motivazioni sono molte, diverse, ma convergenti. E sarebbe lungo elencarle tutte'', ha spiegato, NEL CORSO DELLA CONFERENZA STAMPA DI QUESTA MATTINA SANTERINI SOFFERMANDOSI in particolare su alcuni ''nodi centrali'', tra i quali in primo luogo il disequilibrio delle risorse pubblicitarie, l'omologazione dell'informazione e l'indebolimento della capacita' di autonomia dei giornalisti.

il segretario nazionale della Fnsi ha parlato di una ''somma dei malesseri'' che e' arrivata ad un ''punto unificante'', che ha oltrepassato la soglia di tollerabilita'. ''Adesso dovevamo muoverci -ha detto- e adesso ci muoviamo. E lo stiamo facendo in piena campagna elettorale, perche' anche in piena campagna elettorale non dobbiamo precluderci la possibilita' di formulare proposte e di bussare alla porta di un arbitro. L'arbitro c'e', e' un arbitro politico, perche' oltre gli editori, nostro interlocutore e' anche il mondo politico, ed e' il presidente del consiglio Giulio Andreotti al quale la Fnsi ha gia' inviato due settimane fa una lettera per chiedere che le regole esistenti vengano rispettate''. (segue)

(iac/BB/ADNKRONOS)