RIFORME: PROGRAMMA DC, NO A SECONDA REPUBBLICA
RIFORME: PROGRAMMA DC, NO A SECONDA REPUBBLICA

Roma, 6 Mar. (Adnkronos) - ''No ad una seconda repubblica, ma consolidamento della repubblica attraverso la razionalizzazione della sua struttura'': nero su bianco, nella ''bozza'' di programma elettorale discusso oggi dal Consiglio Nazionale democristiano alla vigilia della ''convention'' di Firenze, lo ''scudo crociato'' ribadisce e precisa la sua posizione sulla riforma delle istituzioni.

In nove paragrafi (il piu' ampio, l'ottavo, e' quello dedicato al cosiddetto ''governo del cancelliere''), la dc illustra le sue proposte ''consapevole che la prossima legislatura deve provvedere a risolvere la riforma delle istituzioni, nodo di prioritaria importanza''. Con un tratto di penna e' stato pero' cancellato un rigo nel quale si leggeva, subito dopo, che in materia di riforme istituzionali ''la dc non intende tradire l'aspettativa degli italiani''.

Per lo ''scudo crociato'', che ha presentato precisi disegni di legge in proposito, la riforma del sistema elettorale per la camera e per il senato e' ''preliminare'' rispetto ad una piu' complessiva proposta di riforma costituzionale (come noto, la dc propone l'elezione del presidente del consiglio da parte delle camere riunite, attribuendo al capo del governo poteri maggiori secondo una concezione ''simile a quella del cancelliere tedesco''). (Segue)

(Fls/as/adnkronos)