SCOPERTA: LA PIU' ANTICA SCULTURA MAYA, 300 A.C.
SCOPERTA: LA PIU' ANTICA SCULTURA MAYA, 300 A.C.

Los Angeles, 6 mar -(adnkronos)- Misterioramente nascosta dalla vista da una pietra e da uno strato di terra, a fianco di una delle prime piramidi Maya erette a Nakbe, una gigantesca testa del Dio Uccello Itzam-Ye - destinata a rivoluzionare gli studi sulla civilta' antica dei Maya - e' riemersa alla luce dopo millenni sul lato di una delle prime piramidi della grande cultura precolombiana erette a Nakbe. Merito dell'archologo dell'universita' di California Richard Hansen. Si tratta della piu' antica e grande scultura della civilta' dei Maya: ritrovata nella localita' guatemalteca di Nakbe (anch'essa ''scoperta'' da Hansen) nascosta e protetta dalla foresta tropicale nello stato settentionale di Petebn, la statua ''divina'' - scolpita nella roccia e abbellita con stucchi colorati, predominante il verde con striature rosse e nere - e' larga 10,2 metri ed alta 4,8 metri.

Ma soprattutto risale al 300 avanti Cristo, vale a dire ''circa 200 anni prima della maggior parte di altri esempi conosciuti di opere scultoree analoghe''. Intervistato dal ''Los Angeles Times'', Hansen spiega che la gigantesca scultura ''fu fatta in un'era dello sviluppo Maya in cui noi studiosi non ritenevamo fosse possibile che quel popolo producesse gia' opere cosi' sofisticate''.

La scoperta di Hansen - lo stesso che nel 1989 diede il via per la prima volta agli scavi a Nakbe scoprendo le rovine di una grande citta', per di piu' la piu' antica dei Maya - e' stata salutata con entusiasmo da uno dei piu' autorevoli archeologi specializzati su quella civilta' .

(lar/as/adnkronos)