TELEVISIONE: ENTE SPETTACOLO SU TV SPAZZATURA
TELEVISIONE: ENTE SPETTACOLO SU TV SPAZZATURA

ROMA, 6 MAR - (ADNKRONOS) - ''La cultura e' stata bandita dal teleschermo: e' il tempo degli imbonitori''. Cosi' la Rivista del Cinematografo, nell'editoriale di marzo, denuncia l'abbassamento del livello dei programmi tv. ''Qualita' e valori non significano noia - si legge in una nota dell'Ente dello Spettacolo - Anche quanti vedono nel video unicamente un mezzo per moltiplicare il denaro, si stanno accorgendo che a lungo andare il vuoto non paga''.

Sempre secondo la rivista - prosegue la nota - ''la tv sfrutta cinicamente il dolore altrui, sprofonda nel sensazionalismo inutile come unico antidoto possibile all'erosione continua dell'ascolto, si rifugia nel cinema non avendo altro da proporre o da dire''. Anche il settore dell'informazione non sfugge alla critica. ''Lo spettatore si chiede spesso se sia meglio 'Striscia la notizia' che fa sembrare false le notizie vere o certi telegiornali e 'special' che fanno sembrare vere le notizie false. Si ricorre spesso allo spettacolo per mascherare l'informazione''. L'editoriale si apre con una citazione di Rossellini: ''I direttori dei diversi canali, scelti per lo piu' dalle forze politice al potere e dotati di capacita' professionali scarse o nulle, sono nella maggior parte dei casi dei dilettanti''.

(red/zn/adnkronos)