AMBIENTE: MINACCIATI I DIRITTI DEGLI AMBIENTALISTI
AMBIENTE: MINACCIATI I DIRITTI DEGLI AMBIENTALISTI

Roma, 9 Mar. (Adnkronos) - Si moltiplicano in tutto il mondo le violazioni dei diritti di chi si batte per la difesa dell'ambiente. A denunciarlo e' la lega per l'ambiente, che si richiama ad una petizione delle organizzazioni non governative presenti a New York all'ultima sessione preparatoria della conferenza di Rio.

Gli ultimi tre casi riguardano l'India, il Kenia e l'Indonesia: in India sono stati arrestati 40 attivisti del Chipko Mouvement, che si oppone da anni alla costruzione nell'Uttar Pradesh di una gigantesca diga sul fiume Gange che causerebbe un impatto ambientale disastroso. in kenia e' ancora in carcere Wangari Maathia, leader del movimento ambientalista e democratico keniota. in Malesia e' stato arrestato Andy Mutang, dirigente dell'alleanza dei popoli del Sarawak che si batte contro la deforestazione.

Nella petizione presentata a New York si chiede l'immediato rilascio dei leader ambientalisti arrestati e una mobilitazione dell'opinione pubblica democratica di tutto il mondo per impedire che vengano ulteriormente violati i diritti umani e politici di chi manifesta pacificamente per la difesa dell'ambiente. ''Il successo della lotta per neutralizzare le grandi emergenze ambientali planetarie -ha detto Giovanna Melandri della lega per l'ambiente- passa invariabilmente per l'affermazione in tutto il mondo dei processi democratici: senza che le persone possano far valere i loro diritti e quelli dell'ambiente, le speranze di fermare l'aumento dell'effetto serra, di 'tappare' il buco dell'ozono e di arrestare la deforestazione, ben difficilmente diverranno realta'''.

(Ata/PE/ADNKRONOS)