CONTI PUBBLICI: PDS A CARLI (2) - SFIDA EUROPEA A SINISTRA
CONTI PUBBLICI: PDS A CARLI (2) - SFIDA EUROPEA A SINISTRA

(adnkronos)- in quello che napolitano ha definito ''tentativo eroico'' di spostare la campagna elettorale su problemi concreti, il pds indica le condizioni l'ingresso nell'europa 'dopo maastricht'. il prof. luigi spaventa e' stato critico su ogni ipotesi di blocco di prezzi e salari. ''servirebbe -ha detto- per far scendere il costo della vita dal 40 per cento, ma non capisco come potrebbe curare un'inflazione strutturale dal 5-5,5 per cento''. spaventa considera quindi ''inevitabili'' aumenti di tariffe pubbliche e pressione fiscale. ''non mi emoziona -ha aggiunto a questo proposito- che sia di poco superiore alla media europea: chi ha fatto molti debiti ora deve pagare''.

il fiscalista victor uckmar aggiunge che ''per ridurre le spese serve un rinnovamento politico''. in concreto, invece, e' necessario ''tassare i redditi da capitale'' e in particolare ''scoraggiare il ricorso ai titoli pubblici che sottraggono risparmio da destinare ad investimenti''. e' stato quindi il segretario della confederazione europea dei sindacati emilio gabaglio a chiedere che sia superata la ''sciagurata divisione della sinistra'' sui temi economici e che una lettera come quella firmata da monti e spaventa sulle condizioni per il risanamento economico ''venga ora dalla sinistra unita''.

cauta la risposta di napolitano. ''oggi -ha detto- abbiamo esposto posizioni chiare e serie. siamo convinti che i partiti di governo sfuggano ai nodi piu' spinosi a cominciare da quelli del risanamento della finanza pubblica. ora sfidiamo ad un confronto nella sinistra e non solo nella sinistra''. quindi napolitano ha sottolineato ''con soddisfazione'' un passaggio dell'intervento di spaventa. ''ha rilevato -osserva il leader migliorista- come reazioni impegnative all'articolo suo e del professor monti siano venute solo da esponenti del pds''.

(pnz/pe/adnkronos)