DANZA: MIKHAIL BARYSHNIKOV A ROMA (2)
DANZA: MIKHAIL BARYSHNIKOV A ROMA (2)

(Adnkronos) - Dopo il successo di ''Due vite, una svolta'' di Herbert Ross, girato nel '77 (con il quale e' stato nominato per l'Oscar come attore non protagonista), ha recitato anche in ''White nights'' (il sole a mezzanotte) in coppia con Gregory Hines e in ''Dancers'', moderna edizione del capolavoro romantico ''Giselle'' accanto ad Alessandra Ferri. A soli 32 anni assume la direzione artistica dell'American Ballet Theatre. Difficile imporsi, trovare legittimazione come nuovo leader. Ancora qualcuno ricorda che, al suo arrivo, annullo' la stagione autunnale e sottopose il corpo di ballo a quattro mesi di estenuanti lezioni. Poso' pero' per la campagna pubblicitaria dell'American Express e dono' i soldi guadagnati ai danzatori dell'Abt.

Il teatro e il cinema si contendono Baryshnikov e sembra che l'artista non li disdegni, al contrario ne sia lusingato. 150 repliche ininterrotte all'''Ethel Barrymore Theatre'' di New York, protagonista della ''metamorfosi'' kafkiana, nell'adattamento di Steven Berkoff. Critica e pubblico entusiasti. ''In effetti questa messa in scena e', grazie a lui, davvero un balletto. Un balletto parlato, un balletto simbolico'', ha scritto Mervyn Rothstein sul New York Times. E ancora ''Dinosaurus'' con Gene Hackman e ultimamente ''The cabinet of dr. Ramirez'' del regista americano Peter Sellars.

''Ho dedicato 30 anni della mia esistenza al balletto. Ma ora voglio scoprire altri mondi. Chi ha detto che bisogna danzare fino alla morte?''. Contraddizioni che fanno parte della sua personalita' di eterno fanciullo alla ricerca di immutabili certezze. E continuera' a danzare il grande Micha. La ''White oak dance Project'' sembra essere nata per rispondere alle sue personali esigenze artistiche. Anticonformista, la compagnia ha bandito il repertorio romantico, per interpretare opere di coreografi contemporanei (Martha Clarke, Lar Lubovitch, Meredith Monk, Mark Morris) ed estratti del '900 (Martha Graham). Il tour europeo, che e' comincato a Parigi il 5 marzo, proseguira' poi per Roma (14 e 15), Losanna (17 e 18), Amburgo (20 e 21), Copenhagen (23-25), Stoccolma (27-29 marzo) ed infine Londra (dal 2 al 12 aprile).

(Cap/AS/ADNKRONOS)