ELEZIONI: FONTANA (DC) SU RISCHIO ''FRAMMENTAZIONE''
ELEZIONI: FONTANA (DC) SU RISCHIO ''FRAMMENTAZIONE''

Roma, 9 Mar. (Adnkronos) - ''Se fino a pochi anni fa gravava sulla nostra democrazia l'incubo della ideologia marxista e di un potere monolitico, chiuso ed avvolgente, oggi, dopo il crollo del comunismo, il pericolo e' di segno opposto: la nostra democrazia rischia di morire per un eccesso di articolazione e frammentazione''. E' quanto scrive in un editoriale che sara' pubblicato domani dal ''popolo'' il direttore del quotidiano della dc, Sandro Fontana.

''Se un tempo il nemico da battere era 'visibile' e ben definito nella sua incombente minaccia, oggi si e' fatto 'invisibile' e tende a penetrare nel tessuto sociale facendo leva sugli istinti regressivi dell'uomo, sulle tendenze al disimpegno morale, sulla ricerca nevrotica di facili ed effimeri appagamenti individuali. La minaccia per la nostra democrazia -aggiunge Fontana- e' grave''.

Ma a giudizio di Fontana ''ancora una volta la dc, impegnandosi a fondo per contrastare questa ennesima minaccia contro la nostra convivenza democratica intende proporsi come autentico 'partito nazionale' e come alternativa credibile alla disgregazione del paese, come grande forza popolare capace di raccogliere le nuove sfide della storia. In gioco infatti -conclude Fontana- non e' solo e tanto la forza elettorale della dc, quanto l'avvenire dell'Italia in Europa ed il consolidamento definitivo dei grandi risultati civili, economici e sociali finora conseguiti''.

(Red/pe/adnkronos)