ISRAELE: MORTO BEGIN (9) - IL TERRORISTA
ISRAELE: MORTO BEGIN (9) - IL TERRORISTA

(adnkronos) - ''Non posso dire di piu' di quello che ha detto Ben Gurion: quest'uomo e' peggio di Hitler''. Con questa parole il rappresentate dell'Olp a roma, Nemer Hammad aveva commentato le notizie giunte da Tel Aviv delle gravi condizioni di salute in cui versava Menachem Begin.

Hammad ha ricordato che perfino Ben Gurion, il padre dello stato ebraico, aveva avuto parole di dura condanna per Begin quando questi era a capo dell'Irgun, l'organizzazione clandestina terroristica antibritannica. ''Le concezioni politiche di Begin erano talmente razziste che persino Ben Gurion lo giudicava peggio di Hitler'', ha ricordato Hammad. E non esagerava. Per quanto ''meno estremista'' della Lehi, detta anche banda Stern, il gruppo partigiano piu' violento, la Irgun di Menachem Begin non ha mai nascosto di avere sulla coscienza massacri che non hanno nulla da invidiare a quelli attribuiti al terrorismo palestinese.

Beghin, che era nato il 16 agosto del 1913 a Brest-Litovsk, oggi Brest in Bielorussia (la citta' dove e' stata decisa la nascita della Comunita' degli stati indipendenti), ed era cresciuto in Polonia frequentando una scuola ebrea sionista e poi studiando all'Universita' di Varsavia, si dimostro' subito un nazionalista ortodosso all'insegna di un sionismo militante e di un forte anticomunismo che fu all'origine della sua prigionia quando, per sfuggire ai nazisti che avevano invaso la Polonia, con Aliza, che aveva appena sposato, fuggi' a Vilnius. Mentre lui era in carcere Aliza e altri amici riuscirono a fuggire verso la Palestina. I genitori e un fratello erano morti nel frattempo per mano dei nazisti. (segue)

(cab/zn/adnkronos)