MEZZOGIORNO: CONVEGNO FIME - TAVOLA ROTONDA
MEZZOGIORNO: CONVEGNO FIME - TAVOLA ROTONDA

Roma, 9 Mar. (Adnkronos) - ''La politica sin qui seguita per il mezzogiorno e' stato un insuccesso''. Con questa secca constatazione, il presidente della commissione bilancio del senato Nino Andreatta, ha aperto una tavola rotonda nell'ambito del convegno sul ruolo degli intermediari finanziari nel mezzogiorno, organizzato dalla Fime.

Per ANdreatta ''va rimesso in discussione un modello di crescita basato sulla finanza facile'', mentre un nuovo modello di politica deve tener conto di alcune priorita' tra le quali indica come urgenti: la separazione tra funzione amministrativa e quella di intermediazione finanziaria, il rafforzamento della concorrenza bancaria nel sud mediante l'apertura di nuovi sportelli, l'eliminazione della fiscalizzazione degli oneri sociali, l'abolizione di quei provvedimenti legislativi che rendono difficile il licenziamento e la chiusura di aziende che non funzionano, la riduzione territoriale delle attuali competenze dell'intervento straordinario.

Il direttore generale della Confindustria, Innocenzo Cipolletta, a sua volta ha insistito sull'eccessiva burocrazia che pesa sull'erogazione degli incentivi. ''Per le troppe competenze che si sovrappongono e per il gioco dei veti incrociati -ha detto Cipolletta- gli imprenditori passano piu' tempo per espletare le pratiche amministrative che per promuovere la vendita dei loro prodotti''. Per Cipolletta inoltre occorre ''spostare l'attenzione dai processi di creazione di nuove imprese al rafforzamento del capitale di quelle esistenti'', ed e' necessario attrarre al sud investimenti stranieri ''anche con una banale attivita' di propaganda del ministero del mezzogiorno sulle possibilita' esistenti''. (Segue)

(lio/zn/adnkronos)