NUCLEARE: 4 DEL CSI CHIEDONO LAVORO IN INDIA
NUCLEARE: 4 DEL CSI CHIEDONO LAVORO IN INDIA

Nuova Delhi, 9 mar (adnkronos/dpa) - Continua la saga dell'emigrazione di scienziati ex sovietici: quattro di loro avrebbero chiesto di lavorare in India, nei laboratori governativi del paese. A renderlo noto e' un portavoce del ministero della Scienza e della Tecnologia di Nuova Delhi citato oggi dal quotidiano ''The Times of India''. Secondo il funzionario che non ha specificato le repubbliche di provenienza degli scienziati e neanche il settore in cui sono specializzati, ''il governo di Nuova Delhi non ha ancora preso una decisione ma penso che dobbiamo raccogliere questa opportunita' e accogliere gli scienziati in India. E' vero si' che il loro paese ha bisogno di loro, ma se hanno deciso di venire in India e se possono esserci utili, stenderemo per loro tappeti rossi''.

Secondo altre fonti citate dal quotidiano di Nuova Delhi, i ricercatori non sarebbero della categoria ''a rischio'' degli esperti nucleari, ma ''semplici chimici e fisici'' specializzati nello studio dei metalli. Sta di fatto che l'India fa parte dei paesi che James Baker, il segretario di Stato americano, aveva definito ''gli Iraq e le Libie del mondo''. L'India e' infatti in possesso della bomba atomica e ha in programma numerosi progetti per lo sviluppo di tecnologie nucleari a scopo militare.

(red/as/adnkronos)