DOPO MAASTRICHT: OCCHETTO (2)
DOPO MAASTRICHT: OCCHETTO (2)

(adnkronos)- per favorire la ''ricostruzione democratica'' dei paesi dell'est, occhetto e' tornato a proporre un ''piano comune di intervento''. ''e' un caso in cui -ha detto- interesse e solidarieta' si toccano. senza interventi, le crisi dell'est finiranno per investire anche le nostre societa'''. dunque, insieme agli investimenti, il pds chiede che i mercati comunitari si aprano alle esportazioni dall'est e aggiunge che a sollecitare l'europa non puo' che essere la sinistra. ''solo essendo fino in fondo consapevole della nuova dimensione pan europea -afferma infatti- la sinistra potra' superare la sconfitta degli anni '80 e riproporsi come forza piu' adatta ad affrontare le sfide del prossimo decennio''.

quella a cui pensa il pds e' infine anche un'apertura ''a sud'' della comunita'. per occhetto infatti, ''se parte dei costi della cooperazione con l'est verranno scaricati sui paesi del sud, l'europa avra' distrutto con una mano cio' che cerca di costruire con l'altra''.

(pnz/pe/adnkronos)