ELEZIONI: ANSELMI SU RICORSO DIRITTI CANDIDATE
ELEZIONI: ANSELMI SU RICORSO DIRITTI CANDIDATE

ROMA, 25 MAR. -(ADNKRONOS)- ''SONO CERTA CHE IL MAGISTRATO SAPRA' VALUTARE LO SPIRITO DELLA NOSTRA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PIU' VOTI ALLE DONNE, PIU' VALORE ALLA POLOTICA: UN'AZIONE POSITIVA PER FAVORIRE IL RIEQUILIBRIO DELLA RAPPRESENTANZA FEMMINILE ED IL RAGGIUNGIMENTO DELLA PARITA' SOSTANZIALE, E NON UN'AZIONE INDIRIZZATA A SFAVORIRE I CANDIDATI UOMINI''.

COSI' L'ON.TINA ANSELMI, PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE PER LA PARITA' E LE PARI OPPORTUNITA' DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO HA COMMENTATO IL RICORSO AL PRETORE CONTRO LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PRESENTATO AD ANCONA DAL CANDIDATO LIBERALE EMANUELE MORI.

''NON A CASO -PROSEGUE L'ON. ANSELMI- NELLA SCELTA DEGLI SPOT ABBIAMO SCARTATO TUTTI QUELLI CHE PRESENTAVANO LA DONNA IN MANIERA ALTERNATIVA O CONFLITTUALE ALL'UOMO: IL PAESE HA BISOGNO DEL CONTRIBUTO DEGLI UOMINI E DELLE DONNE, MA NON POSSIAMO FAR FINTA DI NON SAPERE CHE LE DONNE (IL 51,4 PER CENTO DELLA POPOLAZIONE) SONO SOLO IL 12 PER CENTO DEI PARLAMENTARI: C'E' UN PROBLEMA DI RIEQUILIBRIO, SUL QUALE NOI LAVORIAMO IN MANIERA UNITARIA E SEGUENDO GLI INDIRIZZI INDICATI DALL'ONU E DALLA CEE, COME FANNO TUTTE LE ALTRE DEMOCRAZIE OCCIDENTALI. QUESTA DENUNCIA DIMOSTRA ANCORA UNA VOLTA -PROSEGUE ANSELMI- COME IL CAMMINO DELLE DONNE SIA ANCORA DIFFICILE, E COME I TENTATIVI DI VANIFICARE LE CONQUISTE SIANO SEMPRE IN AGGUATO''.

IL PRETORE DI ANCONA HA FISSATO LA PRIMA UDIENZA PER IL GIORNO 27 MARZO PROSSIMO. ''NEL FRATTEMPO -AGGIUNGE L'ON. ANSELMI- HO APPRESO PER VIE UFFICIOSE -CONCLUDE ANSELMI- CHE LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO HA DECISO DI SOSPENDERE, IN VIA CAUTELATIVA, I PASSAGGI DEGLI SPOT IN RAI: SOTTOLINEO ''PER VIE UFFICIOSE'' PERCHE' NESSUNO MI HA COMUNICATO, NE' MOTIVATO QUESTA DECISIONE CHE ANTICIPA, ADDIRITTURA LE DECISIONI DEL GIUDICE''.

(COM/PAN/ADNKRONOS)