VITTORIO CRAXI: GEROSA - ''UN GRANDE DEL SOCIALISMO''
VITTORIO CRAXI: GEROSA - ''UN GRANDE DEL SOCIALISMO''

Milano, 25 mar. (Adnkronos) - Il senatore guido gerosa (psi) ricorda -in una dichiarazione- la figura di Vittorio Craxi. ''Per chi lo conosceva bene, l'avvocato Vittorio Craxi, e' stato una delle piu' straordinarie figure di antifascista militante e di combattente del socialismo. Mi aveva raccontato personalmente alcuni dei momenti fondamentali della sua operosa vita, tutta segnata dalla passione politica. A due anni aveva perso il padre nel terremoto di Messina del 1908. Fu uno dei piu' giovani laureati in legge in Italia. Arrivo', giovanissimo avvocato antifascista, nella Milano battagliera degli anni venti che aveva visto gli assalti degli arditi fascisti alla sede dell'''Avanti!'' e le bastonature ai militanti socialisti. Nel suo mitico studio legale di via Podgora, dietro il Palazzo di Giustizia di Milano, convenivano gli avvocati, gli ideologi e i combattenti dell'antifascismo: Sandro Pertini, Lelio Basso, Antonio Greppi. E fu proprio nello studio dell'apprezzatissimo Vittorio Craxi che Sandro Pertini il 25 aprile 1945 ricevette lo storico ordine dell'insurezione di Milano e dell'alta italia.

''Dopo la liberazione -continua Gerosa- l'avvocato Craxi fu prefetto di Como e Vice prefetto di Milano e diede un importante contributo, con lo slancio che gli era proprio, a riedificare le citta' lombarde come avanguardia della nuova Italia uscita dal crollo del fascimo. La sua presenza nella prestigiosa sezione milanese di via Feltre era sempre un momento di gioia e di esempio per i militanti. Nel 1971 Vittorio Craxi fu colpito da un terribile dolore: una sera la moglie maria, che era di Sant'Angelo Lodigiano, venne falciata sulle strisce pedonali da un pirata della strada e mori' poco dopo. Vittorio Craxi ha insegnato a migliaia di socialisti la serita' nella professione, l'impegno sociale e civile, la fedelta' alla gloriosa bandiera perenne della liberta' e del riformismo. Era un grande protagonista della stessa stoffa di Filippo Turati, di Pietro nenni del quale fu amicissimo, di Sandro Pertini. la sua morte a 86 anni ha gettato nel lutto i socialisti milanesi e italiani, che vedono scomparire con lui uno degli ultimi e piu' puri protagonisti di una stirpe eroica''.

(red/gs/adnkronos)