VITTORIO CRAXI: ZUCCARO LO RICORDA
VITTORIO CRAXI: ZUCCARO LO RICORDA

ROMA, 25 MAR. -(ADNKRONOS)- IL RUOLO ANTIFASCISTA SVOLTO DA VITTORIO CRAXI DURANTE LA GUERRA E' RICORDATO ANCHE DALLO STORICO DOMENICO ZUCCARO. ''FU PROPRIO DALL'UFFICIO DI VITTORIO CRAXI DI VIA PODGORA - HA DETTO ZUCCARO - CHE IL 25 APRILE DEL '45 USCI' L'ORDINE DI FAR PARTIRE L'INSURREZIONE DI MILANO. E DA VIA PODGORA SI DIFFUSERO SUBITO IN TUTTA LA CITTA' BANDIERE ROSSE, GRUPPI DI PARTIGIANI E LA NOTIZIA DELLA LIBERAZIONE. GLI UFFICI DI VIA PODGORA INFATTI, NON FUNZIONAVANO SOLO DA 'BASE' PER IL PARTITO SOCIALISTA, MA SOPRATTUTTO, RAPPRESENTAVANO UN IMPORTANTE PUNTO D'APPOGGIO PER IL COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE''.

DOMENICO ZUCCARO, AUTORE DI SVARIATI LIBRI SULL'AZIONE ANTIFASCISTA IN ITALIA, HA CONOSCIUTO IL PADRE DI BETTINO CRAXI, DIECI ANNI FA CURANDO LA PUBBLICAZIONE DEI DIARI DI NENNI. ''DA ALLORA SIAMO DIVENTATI MOLTO AMICI - HA CONTINUATO ZUCCARO - E QUANDO CI VEDEVAMO PARLAVAMO SPESSO DEL DOPOGUERRA ITALIANO. VITTORIO, CHE SUBITO DOPO IL 45 FU NOMINATO DAL CLN PRIMA VICE PREFETTO DI MILANO E POI PREFETTO DI COMO, MI RACCONTAVA, E C'E' UNA PAGINA DI CONFERMA NEL DIARIO DI NENNI, CHE PIETRO NENNI FU COSTRETTO A PRENDERE LE SUE DIFESE CONTRO LA DECISIONE DI ALCIDE DE GASPERI DI RIMUOVERE IL PADRE DI BETTINO DAL RUOLO DI PREFETTO DI COMO. NENNI PERO', IN UNA RIUNIONE DEI MINISTRI, DIFESE TALMENTE BENE VITTORIO CRAXI DA INDURRE ALCIDE DE GASPERI A FARE UN'ECCEZIONE E LASCIARLO DOV'ERA''.

(RED/PAN/ADNKRONOS)