CINEMA: SORDI PRESENTA 'ASSOLTO PER AVER COMMESSO IL FATTO'
CINEMA: SORDI PRESENTA 'ASSOLTO PER AVER COMMESSO IL FATTO'

roma 10 apr.(adnkronos) - un ''tycoon'' all'italiana, sempre in bilico tra lecito e illecito, che inizia la carriera aggiudicandosi piccole emittenti radiofoniche e televisive fino al ''colpaccio'': l'acquisizione di un importantissimO NETWORK americanO, realizzata senza tirare fuori un soldo. nel nuovo film di alberto sordi - nelle sale, in barba alla superstizione, da venerdi' 17 aprile - puo' anche succedere, come suggerisce il titolo, che il protagonista venga ''assolto per aver commesso il fatto''. ma l'attore e regista romano e' categorico: ''emilio garrone, l''eroe' di questa storia, non viene condannato dal magistrato. ma l'indicazione e': non ci provate a fare come lui, e' molto pericoloso...''.

e se qualcuno cerca di trovare referenti reali per i protagonisti del film, scritto da sordi insieme a rodolfo sonego e prodotto da ferdinando e flavia bideri, il distributore aurelio de laurentiis taglia corto: ''il signor berlusconi non c'entra nulla e questo non e' un film su di lui''. non funziona neppure l'identificazione con giancarlo parretti, l'imprenditore di orvieto che ha tentato la scalata al colosso mgm: ''il pubblico sa bene - interviene sordi - che io ho sempre portato sullo schermo personaggi 'emblematici' senza fare l'imitazione di questo o quello. lo spunto in questo caso e' stata la cronaca, che ci presenta ogni giorno finanzieri e imprenditori rampanti che, partendo dal nulla, arrivano a concludere affari da 2000, 3000 miliardi.

''la gente si chiede, come fanno? con sonego abbiamo cercato una risposta. abbiamo fatto vedere, ad esempio, come i debiti possono anche non costituire una perdita per un'azienda. superato un certo limite, le banche ti continuano a finanziare per cercare di recuperare le somme prestate''. (segue)

(val/BB/ADNKRONOS)