VELA: ESPLODE (3) - LA VELA DI SILVIA COSTA
VELA: ESPLODE (3) - LA VELA DI SILVIA COSTA

(adnkronos) - silvia costa ha seguito la regata DEL MORO, ieri sera, anche se si sente ''romanticamente piu' vicina ad 'azzurra'. quella era la prima volta -dice- ci ha colto un po' di sorpresa, poi i colori e l'identita' erano 'piu' italiane'''.

proprio alla barca guidata da cino ricci nell'83 e' legato un aneddoto dei suoi inizi della vita politica: ''ero appena diventata responsabile spes -racconta- ero molto giovane, e ci fu una riunione ad ottobre a bruxelles per stabiire, in occasione delle elezioni del parlamento europeo, iniziative elettorali comuni tra i partiti cattolici. le dc tedescA e belga proposero due manifesti che a me sinceramente propRio non piacquero. a quel punto mi lanciarono la sfida: 'il manifesto fallo tu'. ed io portai un manifesto con un spinnaker composto dalle bandiere di tutti i paesi europei, proprio ispirandomi ad 'azzurra'. e piacque molto, soprattutto ai paesi di tradizione marinara come la francia, e divento' il manifesto della campagna elettorale''.

per quanto riguarda le regate nelle acque di san diego, la costa osserva come ''e' sempre meno piacevole vincere con battaglie legali, anche se e' giusto difendere le regole. spero che sia un denominatore comune anche con la politica''. silvia costa si augura, inoltre, di riuscire quest'estate ad andare IN BARCA A vela: ''anche se mio marito, essendo svizzero, ha uno spirito piu' 'lacustre', il mio cuore e' sempre per la vela''.

(red/BB/adnkronos)