CSM: ARCHIVIAZIONE (5)
CSM: ARCHIVIAZIONE (5)

(adnkronos) - e' bene ricordare, infatti, che gli artt. da 194 a 207 del cpp non prevedono deroga alcuna in ordine a soggetti aventi la qualita' di funzionario di ''organismo parlamentare'' o simile e che ne' la legge istitutiva della commissione stragi (la n. 172 del 17.5.88) ne' il suo regolamento interno contemplano ipotesi del genere. e' del tutto estranea al sistema, quale delineato dal c.p.p. e dalla legge appena citata, poi, che in caso di esame testimoniale di funzionario di un ''organismo parlamentare'', o piu' specificamente di dirigente la segreteria di una commissione parlamentare d'inchiesta, i quesiti da porre all'interessato (lo stesso e non altri evidentemente ritenuto a conoscenza dei fatti sui quali viene esaminato) debbano essere ''indirizzati'', sia pure per ragioni di sola ''opportunita'', al presidente della commissione o che debbano essere concordati con questi ''le concrete modalita' di convocazione e di esame''.

va da se' che l'attivita' d'indagine, per sua stessa natura, non tollera filtri od ostacoli procedimentali che non siano espressamente e tassativamente previsti. senza dimenticare che l' ''intromissione'' del sen. gualtieri avrebbe dato vita alla violazione, da parte dei sostituti procuratori della repubblica, dell'obbligo di segreto ex art. 329 c.p.p. e che il ''controllo'' preventivo sui ''quesiti'' da sottoporre al teste e sulla modalita' di escussione dello stesso si sarebbe tradotto in una indebita compressione dei poteri dell'autorita' giudiziaria ad opera di un ''organismo parlamentare''. (segue)

(red/zn/adnkronos)