DROGA: IMPERO DEL MALE - IL DOCUMENTO CONCLUSIVO
DROGA: IMPERO DEL MALE - IL DOCUMENTO CONCLUSIVO

Roma, 13 mag -(adnkronos)- Una carta dei diritti per i cittadini Cee accompagnata da una definizione approfondita e uniforme del reato di riciclaggio e delle norme penali, il rafforzamento della cooperazione internazionale e la lotta senza confine contro i 'paradisi fiscali' e il traffico di armi che favoriscono l'incremento della produzione e del commercio di droga sono i punti qualificanti del documento conclusivo della Conferenza internazionale 'Droga, il nuovo impero del male. Una guerra globale e planetaria'' organizzato dall' 'Adnkronos dati e analisi'' e dal Research Institute for the study of conflict and terrorism''. Il documento e' suddiviso due parti: dieci raccomandazioni sono dedicate al controllo del traffico di droga e quindici di carattere specifico al fenomeno del riciclaggio di denaro proveniente da narcotraffico.

Lotta al traffico di droga. Si raccomanda di: 1) Creare uno spazio giuridico europeo e/o codice di procedura europeo per certi reati. 2) Estendere la definizione del reato di riciclaggio. 3) Incentivare aiuti per il trattamento, per il recupero e per il reinserimento sociale dei tossicodipendenti. 4) Dare un aiuto economico ai paesi coltivatori e di transito per facilitare la sostituzione delle colture, sulla base di politiche e strategie economicamente sane. 5) Introdurre quanto prima una direttiva Cee sulla protezione dei dati e creare quanto prima una forma di 'carta dei diritti' per i cittadini cee.

6) rafforzare la cooperazione internazionale contro la domanda, la produzione, l'offerta, il tarffico e la distribuzione illecita di sostanze narcotiche e psicotrope, con il massimo rispetto per la sovranita' e l'integritra' degli stati e per il principio di non interferenza negli affari interni. 7) Accettare il principio della reciproca responsabilita' per quanto riguarda il problema droga, compresa la cooperazione nei settori dell'economia,della salute, della giustizia con lo scopo di rafforzare i poteri democratici degli stati. 8) Dopo una comprensiva ricerca, elaborare e promuovere campagne di educazione e prevenzione mirate a gruppi ben individuati e specifici. 9) Introdurre piu' severe misure contro la diversione illecita delle sostanze chimiche utilizzabili nella produzione degli stupefacenti. 10) introdurre misure destinate a stroncare il legame tra il traffico di stupefacenti ed il ettrorismo, aggravato da un insufficiente controllo del commercio di armi e dallo scambio o dal trasferimento illecito di armi. (segue)

(red/as/adnkronos)