GAY: UNA GIORNATA DI FESTA NAZIONALE?
GAY: UNA GIORNATA DI FESTA NAZIONALE?

Roma, 13 mag. (adnkronos)- Anche i gay potrebbero celebrare ogni anno una festa nazionale istituzionalizzata con tutti i crismi, al pari di quella della donna, della mamma, del papa' o di San Valentino. la proposta e' stata avanzata dal direttore della rivista 'Rome gay news' Massimo Consoli, nel corso di una trasmissione radiofonica di un emittente. Consoli vorrebbe trasformare la 'giornata dell'orgoglio gay' che si celebra il 28 giugno, ogni anno, a partire dal 1968, in una vera e propria festa nazionale ''nella quale la comunita' eterosessuale sarebbe invitata a fare un regalo ai propri amici omosessuali, anche non dichiarati. Magari un biglietto d'auguri o un mazzo di garofani verdi, nel ricordo di Oscar Wilde''.

''Il movimento degli omossessuali -spiega Consoli- e' oggi finalmente anche in Italia in una fase di trasformazione verso una vera e propria comunita'. Non c'e' piu' bisogno di rivendicare l 'orgoglio' del proprio modo di essere e sarebbe invece importante poterlo festeggiare pubblicamente. Servirebbe a cambiare la mentalita' della gente''.

''Non conosco la proposta di Consoli - afferma Graziella bertozza dell'arci gay di Roma - ma noi sono anni che organizziamo feste di questo tipo e non ci sono quindi pregiudiziali di fondo. Non credo pero' che si possa indurre a vivere pubblicamente la propria omosessualita' anche quelle persone che non vogliono farlo. Ogni individuo, etero od omossessuale che sia, ha diritto di scegliere liberamente il modo di comportarsi di fronte agli altri''.

(tor/PE/ADNKRONOS)