I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

HELSINKI. SI ESTENDE L'ISOLAMENTO INTERNAZIONALE DELLA NUOVA REPUBBLICA FEDERALE JUGOSLAVA, COSTITUITA DA SERBIA E MONTENEGRO LO SCORSO 27 APRILE. LA REPUBBLICA SARA' PARZIALMENTE ESCLUSA FINO AL PROSSIMO 30 GIUGNO DALLA CONFERENZA PER LA SICUREZZA E LA COOPERAZIONE IN EUROPA. LA RISOLUZIONE, CHE PRIVA I RAPPRESENTANTI DELLA FEDERAZIONE SERBO-MONTENEGRINA DEL DIRITTO DI VOTO SULLE QUESTIONI RIGUARDANTI LA BOSNIA ERZEGOVINA, E' STATA ADOTTATA ALL'UNANIMITA' IERI A HELSINKI DA 51 STATI -TUTTI TRANNE BELGRADO- AL TERMINE DI UNA SETTIMANA DI DIBATTITO, IN CUI UNICA AD OPPORSI A TALE DECISIONE ERA LA DELEGAZIONE RUSSA. ALLA DECISIONE ASSUNTA DAI DODICI DI RICHIAMARE PER CONSULTAZIONI I PROPRI AMBASCIATORI IN SERBIA, SI E' ASSOCIATA IERI ANCHE VIENNA, MENTRE UNA DURISSIMA CONDANNA NEI CONFRONTI DI BELGRADO, PER GLI ATTACCHI SERBO-FEDERALI CONTRO I MUSULMANI DELLA BOSNIA, E' GIUNTA DAI 46 PAESI DELL'ORGANIZZAZIONE DELLA CONFERENZA ISLAMICA.

BONN. CLIMA SOCIALE SEMPRE PIU' INCANDESCENTE NELLA GERMANIA IN CRISI DOPO LA RIUNIFICAZIONE. IL SINDACATO CHE RIUNISCE QUATTRO MILIONI DI METALMECCANICI TEDESCHI, HA LANCIATO IERI UN ULTIMATUM AGLI IMPRENDITORI: SE NON VERRA' TROVATO UN ACCORDO ACCETTABILE ENTRO QUESTA SETTIMANA I LAVORATORI A PARTIRE DAL 25 INCROCERANNO LE BRACCIA IN UNA REGIONE INDUSTRIALE ANCORA DA STABILIRE. GIA' IERI INTANTO SONO PROSEGUITI GLI SCIOPERI D'AVVERTIMENTO CON L'ASTENSIONE DAL LAVORO DI 2.500 OPERAI NELLE INDUSTRIE PESANTI DELLA SAAR. I METALMECCANICI, GALVANIZZATI DAL SUCCESSO DEGLI UNDICI GIORNI DI SCIOPERO DEI DIPENDENTI PUBBLICI, CHIEDONO UN AUMENTO DEL 9,5 PER CENTO. GLI IMPRENDITORI, INIZIALMENTE FERMI AL 3,3 PER CENTO, HANNO PERO' DICHIARATO, CHE LA LORO PROPOSTA E' NEGOZIABILE.

MOSCA. E' DI 108 MORTI IL BILANCIO UFFICIALE DELLE DUE SETTIMANE DI SCONTRI CHE HANNO CARATTERIZZATO A DUSHANBE IL BRACCIO DI FERRO TRA IL PRESIDENTE DEL TAGIKISTAN, NABIYEV, E L'OPPOSIZIONE LAICA ED ISLAMICA. LO HA RESO NOTO IL MINISTRO TAGIKO DEGLI INTERNI, GENERALE NAVSIUVANOV, AGGIUNGENDO CHE LA SITUAZIONE NELLA CAPITALE STA TORNANDO GRADUALMENTE ALLA NORMALITA', ANCHE SE UN PICCOLO GRUPPO DI OPPOSITORI RADICALI SI TROVEREBBE ANCORA DI FRONTE AL PALAZZO PRESIDENZIALE.

NEW YORK. NUOVA ESECUZIONE CAPITALE CON LA SEDIA ELETTRICA NEGLI STATI UNITI. E' STATO GIUSTIZIATO IERI NEL PENITENZIARIO DI STARKE, IN FLORIDA, NOLLIE LEE MARTIN, UN MINORATO MENTALE DI 43 ANNI, CONDANNATO PER AVER STUPRATO E SGOZZATO NEL 1977 UNA RAGAZZA DI 19 ANNI. POCO PRIMA DELL'ESECUZIONE LA CORTE SUPREMA AVEVA RESPINTO L'ENNESIMO RICORSO DELLA DIFESA, SOSTENENDO CHE L'HANDYCAP DA CUI L'UOMO ERA AFFETTO, ERA SOLTANTO UNA FINZIONE PER EVITARE LA SEDIA ELETTRICA. (SEGUE)

(RED/GS/ADNKRONOS)