I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

ROMA. FUMATA NERA A MONTECITORIO, NELLA PRIMA VOTAZIONE PER L'ELEZIONE DEL CAPO DELLO STATO. ALLE 17 E' COMINCIATO IL SECONDO SCRUTINIO, CHE E' TUTTORA IN CORSO, MA L'ELEVATO QUORUM NECESSARIO - 676 VOTI - E LA MANCANZA DI ACCORDI TRA I PARTITI FANNO PREVEDERE UN ESITO ANALOGO A QUELLO DI STAMANE, NEL QUALE IL DEMOCRISTIANO DE GIUSEPPE AVEVA RACCOLTO 296 SCHEDE, LA PIDIESSINA IOTTI 183, IL SOCIALISTA VASSALLI 152. E POI 51 ALLO SCRITTORE PAOLO VOLPONI, SOSTENUTO DA RIFONDAZIONE CHE STAMANE HA DECISO DI NON VOTARE PER LA IOTTI PERCHE' PRESENTATA COME UN CANDIDATO DI BANDIERA, 26 AL FILOSOFO NORBERTO BOBBIO, VOTATO DAI VERDI, 20 AL PRESIDENTE SOCIALDEMOCRATICO CARIGLIA, 19 A TINA ANSELMI, PORTATA DALLA RETE, COSI' COME AL PRESIDENTE ONORARIO LIBERALE, VALITUTTI. LA VOTAZIONE E' STATA PRECEDUTA DA UN DIBATTITO NEL QUALE LE FORMAZIONI MINORI HANNO PROTESTATO VIVACEMENTE PER L'ATTRIBUZIONE DEI GRANDI ELETTORI CHE RAPPRESENTANO DELLE REGIONI AI PARTITI MINORI. PROPRIO PER PROTESTARE CONTRO QUESTA VICENDA I MISSINI E LE LEGHE NON HANNO PARTECIPATO ALLA PRIMA VOTAZIONE. LA GIORNATA E' STATA TUTTAVIA SEGNATA DAI NUMEROSI COLLOQUI TRA I LEADER POLITICI, ALLA RICERCA DI UNA MAGGIORANZA CAPACE DI ESPRIMERE IL NUOVO CAPO DELLO STATO, SE NON NELLE PRIME TRE VOTAZIONI, ALMENO NELLA QUARTA, QUANDO BASTERA' LA MAGGIORANZA SEMPLICE DI 508 VOTI. IN QUELL'OCCASIONE, INOLTRE, LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DOVREBBE PRESENTARE IL SUO CANDIDATO UFFICIALE CHE SARA' ELETTO DAI GRUPPI PARLAMENTARI.

ROMA. L'ENTE FERROVIE HA COMUNICATO OGGI CHE IL COORDINAMENTO NAZIONALE DEL PERSONALE VIAGGIANTE HA SOSPESO LO SCIOPERO CHE ERA STATO INDETTO, SULL'INTERA RETE, DALLE ORE 09.00 ALLE ORE 18.00 DEL 15 MAGGIO.

MILANO. LEGGERA RIPRESA IN BORSA DOPO TRE GIORNATE CONSECUTIVE DI SEGNO NEGATIVO. IL LISTINO HA GUADAGNATO STAMANE LO 0,3 PER CENTO NELLA GIORNATA DEDICATA ALLE RISPOSTE PREMIO. SUL FRONTE DELLE MONETE, IL DOLLARO E' STATO QUOTATO A 1.217,20 CON UNA PERDITA DI PIU' DI DIECI LIRE. IN LEGGERO RECUPERO, INVECE, IL MARCO TEDESCO, FISSATO A 752,78, MENTRE CONTINUA LA FORTE CRESCITA DEL FRANCO FRANCESE CHE HA RAGGIUNTO OGGI IL SUO MASSIMO STORICO A 224.24. (SEGUE)

(RED/zn/adnkronos)