PRESIDENZIALI: CLINTON E BUSH VINCONO A MANI BASSE
PRESIDENZIALI: CLINTON E BUSH VINCONO A MANI BASSE

Washington, 14 mag. (adnkronos) - George Bush e Bill Clinton avanzano come due rulli compressori verso la nomination -rispettivamente repubblicana e democratica- dopo essersi aggiudicati a mani basse anche le primarie negli stati della Virginia Occidentale ed in Nebraska.

Nella Virginia occidentale al presidente in carica e' andato l'80 per cento dei voti contro il misero 15 per cento raggranellati dall'ultimo rivale, il columnista conservatore Patrick Buchanan, che, ostinatamente, continua a rimanere in corsa per la nomination, anche se con ambizioni ormai praticamente nulle. Analogo per Bush e Buchanan il risultato in Nebraska: 84 per cento contro il 13.

In campo democratico e' stata poco meno schiacciante la vittoria del governatore dell'Arkansas Clinton, che ha seppellito l'antagonista Edmund G. ''Jerry'' Brown, ex governatore della California, con il 74 contro il 13 per cento in Virginia e 58 contro il 28 per cento in Nebraska.

Dietro i candidati ufficiali repubblicano e democratico, pero', si affaccia sempre piu' minacciosa l'ombra del miliardario texano Ross Perot: il candidato indipendente, che per altro non ha ancora annunciato ufficialmente la sua candidatura, ha conseguito un'altra vittoria nei sondaggi d'opinione che accompagnano tutta la campagna presidenziale a stelle e striscie, scalzando dal secondo posto proprio Clinton e arrivando a cifre vicinissime a quelle di Bush. (segue)

(Liv/gs/adnkronos)