MILANO: D'ANTONI (CISL) - SPEZZARE LA PARTITOCRAZIA (2)
MILANO: D'ANTONI (CISL) - SPEZZARE LA PARTITOCRAZIA (2)

(ADNKRONOS) - SULLO SCANDALO DELLE TANGENTI D'ANTONI NON HA RISPARMIATO TONI CRITICI NE' AGLI INDUSTRIALI NE' AI POLITICI. HA CITATO, IN PARTICOLARE, UNA FRASE DI CESARE ROMITI, CHE RISALE AL SETTEMBRE 1991: ''I POLITICI SONO TUTTI CORROTTI''. ''LA DOMANDA CHE MI VENNE SPONTANEA -HA AGGIUNTO IL SINDACALISTA- ERA: 'CORROTTI DA CHI?' CERTAMENTE -HA SOGGIUNTO D'ANTONI- NON DA NOI''. ''FORSE -A GIUDIZIO DEL SEGRETARIO CISL- SAREBBE OPPORTUNO CHIEDERLO ALL'AMMINISTRATORE DELEGATO DELLA COGEFAR''. PRENDENDO QUINDI LO SPUNTO DALLA NOTIZIA DELLA COMUNICAZIONE GIUDIZIARIA AL REPUBBLICANO ANTONIO DEL PENNINO, IL SINDACALISTA HA AFFERMATO: ''NON SO SE LA MALFA SI VOLEVA ILLUDERE...''

LA QUESTIONE MILANESE HA CONSENTITO INOLTRE A D'ANTONI DI RICHIAMARE L'ASSEMBLEA DEI QUADRI AD UNA RIFLESSIONE ''FONTE DI ORGOGLIO''. ''CI SARA' PURE UNA RAGIONE -HA DETTO INFATTI IL SEGRETARIO- SE COME SUCCESSORE DI CHIESA E' STATO SCELTO SANDRO ANTONIAZZI, SEGRETARIO DELLA CISL MILANESE, CON ALLE SPALLE ESCLUSIVAMENTE L'ESPERIENZA SINDACALE, E NESSUNO HA SOLLEVATO IL MINIMO DUBBIO''.

(PLU/RDA/ADNKRONOS)