QUIRINALE: TAFFERUGLI (2) - POLEMICHE SU DELEGATI REGIONALI
QUIRINALE: TAFFERUGLI (2) - POLEMICHE SU DELEGATI REGIONALI

(Adnkronos) - All'inizio della seduta per la prima votazione per il capo dello stato il presidente Scalfaro, dopo un saluto all'assemblea dei ''grandi elettori'' si e' soffermato sulla questione dei delegati regionali (22 per la dc; 18 per il pds e 16 per il psi), ricordando l'art. 83 della costituzione che stabilisce che all'elezione del presidente della repubblica partecipino tre delegati per ogni regione; Scalfaro ha detto che i delegati sono eletti dalle regioni nella loro autonomia.

Ne e' seguito un dibattito assai vivace e polemico. Dopo il burrascoso inizio con l'intervento del missino Tatarella, hanno parlato il capogruppo dei senatori di rifondazione Libertini il quale si e' soffermato sulla ''proporzionale anomala'' insistendo, piu' che su una questione giuridica, su una questione politica da lui vista come un ''segnale pericoloso'' ha deplorato la rissa avvenuta poco prima ed ha detto che la seduta iniziava sotto il segno ''dell'arroganza''. (Segue)

(Gsm/gs/adnkronos)