DI PISA: PRECISAZIONE (2)
DI PISA: PRECISAZIONE (2)

(ADNKRONOS) - PERALTRO L'AVVOCATURA DISTRETTUALE DELLO STATO -CONTINUA LA NOTA DI VIA ARENULA- NON HA DATO COMUNICAZIONE DEL PASSAGGIO IN GIUDICATO DELLA SENTENZA. DEL RESTO LO STESSO C.S.M., CHE ORA FA RILEVARE IL RITARDO, NON HA MAI SOLLECITATO L'ESECUZIONE DELLE DELIBERE ED ANZI ALL'ORDINE DEL GIORNO DELLA SEDUTA DELL'11 GIUGNO 1992 AVEVA INSERITO LA PROPOSTA DI INVITARE IL MINISTRO DI GRAZIE E GIUSTIZIA A SOLLECITARE L'AVVOCATURA DISTRETTUALE DI PALERMO PER L'URGENTE DEFINIZIONE DEL RICORSO PROPOSTO AL T.A.R. SICILIA DAL DOTT. DI PISA. QUINDI ANCHE AL CSM, COME AL MINISTERO, SI RITENEVA CHE IL RICORSO NON FOSSE STATO ANCORA DEFINITO E CHE PERTANTO LA DELIBERA DI TRASFERIMENTO NON POTESSE ESEGUIRSI. VA RESO NOTO COMUNQUE CHE IN DATA 17 GIUGNO E' STATA DISPOSTA L'IMMEDIATA ESECUZIONE DEL TRASFERIMENTO DEL DOTT. DI PISA AL TRIBUNALE DI MESSINA, PRESSO IL QUALE DOVRA' PRENDERE POSSESSO ENTRO IL 20 P.V..

(RED/PAN/ADNKRONOS)