GOVERNO: IL PDS SI INTERROGA SU AMATO (2)
GOVERNO: IL PDS SI INTERROGA SU AMATO (2)

(Adnkronos) - Nessuno degli esponenti dell'area ingraiana ha detto la sua oggi sull'incarico ad Amato. Numerosi interventi sono attesi per il pomeriggio tra i quali proprio quelli della componente dei comunisti democratici e anche del leader dei riformisti (avendo Giorgio Napolitano assunto l'incarico di presidente della camera) Emanuele Macaluso. La sintesi delle posizioni spetta a Cesare Salvi che riasume cosi' le due ''posizioni estreme'' all'interno del Pds: ''c'e' chi dice che bisogna entrare sempre e comunque al governo e chi sempre e comunque starne fuori. In mezzo c'e' la maggioranza che si riconosce nella posizione di Occhetto, che dice: escludiamo le condizioni programmatiche e gli atti politici per un governo di svolta. Aggiungersi alle forze che hanno portato il paese in queste condizioni di emergenza, non vedo a cosa servirebbe''.

D.: Amato e un buon programma potrebbero facilitare la vostra adesione?

Salvi: ''Bisogna vedere le condizioni effettive di svolta programmatica. Non affidando l'incarico ai rappresentanti delle politiche dissennate fin qui susseguitesi, ha rimosso un primo ostacolo''. Ma se qualcuno fa notare che anche Amato ha fatto parte di quei governi, Salvi si lascia andare ad una piccola bugia e risponde: ''non abbiamo fatto questioni pregiudiziali sulle persone. La svolta e' il cambiamento delle effettive condizioni programmatiche''.

(Ruf/Pan/Adnkronos)